Dal 1 Luglio nuovi limiti di esenzione fiscale per i Buoni Pasto

Versione stampabileSend by email
Data: 
Mar, 30/06/2015 - 10:15
La Legge di Stabilità 2015 (legge n. 190/2014), introduce importanti novità che riguardano i buoni pasto concessi dall’azienda ai lavoratori dipendenti ed assimilati.

In virtù della nuova norma, infatti, dal 1 luglio 2015 il limite di esenzione fiscale applicabile ai buoni pasto passa da 5,29 a 7 euro per ciascun buono emesso su base giornaliera, ma la novità è riferibile esclusivamente ai ticket elettronici.

Per i buoni pasto cartacei, invece, la soglia di esenzione rimane invariata, pari a euro 5,29.

I Ticket elettronici consentono alle aziende di ottenere una maggiore economicità di gestione e controllo rispetto a quelli cartacei, contenendo i costi gestionali e organizzativi.

Utilizzando la nuova soluzione applicativa TPC, Gestione Buoni Pasto l’azienda potrà beneficiare di funzioni automatiche di gestione dei ticket, sia elettronici che cartacei.

Il nuovo Addon si rivolge alle aziende che utilizzano gli applicativi TPC per la gestione delle presenze, GIP e Presenze Web, e consente loro di personalizzare le regole di calcolo aziendali per l’erogazione dei buoni pasto ai lavoratori, automatizzando le procedure di gestione.

Attraverso l’integrazione con la nuova soluzione Gestione Buoni Pasto, l’azienda potrà gestire agevolmente i ticket spettanti a ciascun lavoratore, sulla base delle regole aziendali preimpostate e delle presenze rilevate dagli applicativi GIP e Presenze Web, inviando automaticamente la richiesta dei ticket dovuti ai lavoratori, alla società di distribuzione Edenred.

Richiedi informazioni